06/07/2018
~6710km

La Fiera Di San Bernardo A Macugnaga - La 32^ Festa Del Più Antico Popolo Delle Montagne: I Walser

Da Venerdì 06 a Domenica 08 Luglio 2018 - dalle ore 09:00
Macugnaga (VB)

La Fiera di San Bernardo; La festa del più antico popolo delle montagne: i Walser   

Dal 06 all’08 luglio 2018, in Piemonte a Macugnaga, si celebra la festa dei Walser.
Riti, tradizioni e prospettive per il ripopolamento delle montagne.

La Fiera di San Bernardo, giunta alla sua XXXII edizione, come ogni anno si svolgerà a Macugnaga il primo fine settimana di luglio - 6, 7, 8 luglio 2018.

Nata con l’intento di far rinascere l’antica Fiera che si svolgeva già in epoca medioevale, la Fiera di San Bernardo richiama ogni anno un numero sempre maggiore di artigiani delle Alpi che espongono i loro prodotti dando dimostrazione delle diverse tecniche di lavorazione.

L’atmosfera che si crea durante le giornate della Fiera non è molto diversa da quella che vivevano i Walser di allora, quando frequentare fiere o mercati stagionali, era una forma evoluta di scambio, adottata per procurarsi il denaro necessario per acquisire nuove terre o diritti d’alpe, oppure quei beni che i Walser non erano in grado di produrre a quelle altitudini, come sale, attrezzi, tessuti, vino.

Durante i giorni della Fiera, a Macugnaga, si svolge un Convegno di Studi con dibattito che ha come argomento la montagna. Il tema di quest’anno sarà il Ripopolamento della montagna tra scelte di vita e opportunità di sviluppo, nel rispetto e secondo l’insegnamento della cultura Walser. Riconvertire i punti di forza del vivere “in alto”, del vivere in luoghi aspri ma affascinanti e liberi e di trovare nuove prospettive per i giovani che vogliano raccogliere oggi la sfida del vivere “in montagna e di montagna” attualizzando il sapere dei Walser.

Insegna di San Bernardo

Ogni anno, durante la manifestazione, viene conferita l’Insegna di San Bernardo, riconoscimento destinato a personaggi o enti (tra cui le figure di Riccardo Cassin, Kurt Diem-berger, Annibale Salsa, Reinhold Messner) che si distinguono per la loro passione e per il loro impegno rivolto alla montagna in tutti i suoi aspetti.

Quest’anno l’Insegna di San Bernardo sarà conferita a Fausto De Stefani, alpinista, ambientalista e fotografo naturalista che si è distinto per varie iniziative umanitarie in Nepal.

-----------------------------

Comitato della Comunità Walser di Macugnaga

Verso la fine degli anni ’70 Macugnaga ebbe un significativo fermento culturale, dovuto, in parte alla consapevolezza dei macugnaghesi che le loro antiche usanze stavano subendo una notevole aggressione da parte del turismo rampante di quegli anni, in parte ai mezzi di comunicazione che inevitabilmente indebolivano quanto fino ad allora i locali avevano conservato e in parte dovuto alla frequentazione di Macugnaga del professor Luigi Zanzi, studioso della cultura Walser che, assieme al professor Enrico Rizzi, negli ultimi quarant’anni seppe rivoluzionare il concetto di Alpi Walser, spostando l’attenzione dal folklore alla cultura.

Queste particolari congiunzioni fecero si che in quel periodo a Macugnaga nascessero più associazioni alle quali in maniera diversa i macugnaghesi donarono i loro ricordi, le loro forze, il loro entusiasmo e la loro esperienza, consapevoli del delicato ruolo di custodi dell’antica lingua e delle antiche usanze che avevano ereditato e assunto.

A quelle persone deve andare la gratitudine e la riconoscenza degli odierni macugnaghesi e anche dei frequentatori delle montagne, perché senza la loro sensibilità, consapevolezza del valore delle antiche consuetudini e disponibilità a mettersi in gioco, certamente la cultura Walser sarebbe stata a rischio.

Fu appunto in quel periodo che, stimolati e consigliati da Luigi Zanzi, alcuni macugnaghesi, il 31 maggio del 1998, costituirono il Comitato della Comunità Walser di Macugnaga.

A quel tavolo si presentarono: la “Comunità del Vecchio Tiglio – Alte Lindebaum Gemeinde” per la quale firmarono Vittorio Marone e Marco Lanti,  era presente anche Luigi Zanzi nella sua qualità di Presidente pro tempore dell’associazione, i quali misero a disposizione del Comitato le proprie competenze nell’organizzare convegni storico-scientifici sulla cultura Walser, oltre all’esperienza acquisita nel restauro di monumenti della civiltà Walser di Macugnaga, come il rifacimento della Chiesa Vecchia (XIII sec.) e la ristrutturazione di forni, mulini, fienili. Infine diedero la loro disponibilità a far sì che con la promozione di iniziative culturali l’identità di Macugnaga potesse essere  riconosciuta all’esterno come strettamente legata alla cultura Walser.

Per l’Alte Walserhuus van zer Burfuggu – l’Antica casa Walser di Borca, erano presenti Angelo Basaletti e Carlo Lanti, i quali offrirono al Comitato le doti della loro associazione nell’allestire, potenziare e conservare il museo della civiltà Walser in Macugnaga realizzato appunto a Borca, la loro esperienza nella cura di tutte le iniziative culturali connesse con la vita di tale museo comprese le visite guidate, le mostre e le dimostrazioni specializzate sull’antica cultura materiale della Comunità Walser e ogni attività idonea alla raccolta e alla tutela delle tradizioni Walser quali le testimonianze scritte, orali o oggettuali debitamente registrate e conservate, nonché la catalogazione, la classificazione ed ogni altra illustrazione idonea ad incentivare lo studio della cultura Walser.

Per il Comune di Macugnaga, che al Comitato aveva aderito con una delibera del 5 maggio 1989 nella quale aveva formulato il proprio consenso a che il Comitato venisse riconosciuto come ente morale regionale, era presente l’assessore Roberto Marone.

Gli scopi del Comitato ebbero da subito una priorità, realizzare una sempre più profonda collaborazione tra i diversi gruppi attivi di Macugnaga, assodato che le associazioni stesse riconoscessero i rispettivi ambiti specifici di attività come distinzione di ciascuna nel rispetto della propria storia. Inoltre, proprio per garantire il suo scopo prioritario di unità e collaborazione, il Comitato ha da subito provveduto affinché anche altre associazioni attive quali i gruppi Walser nell’ambito della Comunità di Macugnaga (ad es.“Gruppo del Costume”), nonché il gruppo promotore del costituendo museo della miniera di Pestarena, avessero la possibilità di essere ammessi nel Comitato stesso con diritti uguali a quelli delle altre associazioni già socie.

Primo presidente fu nominato Angelo Basaletti e da allora e come sempre in queste circostanze le cose si sono evolute, presidenti, sindaci e collaboratori si sono avvicendati fino all’attuale Barbara Zanzi (figlia di Luigi Zanzi e che si laureò in giurisprudenza proprio con una tesi sul contratto di affitto ereditario nella realtà dell’antico popolo walser). Ma lo spirito e gli obbiettivi sono sempre gli stessi. 

Lo testimonia la XXXII edizione della Fiera di San Bernardo iniziata con 10 bancarelle e cresciuta alle attuali 54. Anche il programma culturale della Fiera si è via, via, arricchito. Nel 1990 con l’Insegna di San Bernardo, un riconoscimento a chi per motivi diversi ha onorato la montagna e la sua gente, il cui albo d’oro è davvero un fiore all’occhiello per il Comitato, nel 2000 con l’Estemporanea di scultura su legno alla quale partecipano solitamente una decina di scultori, per arrivare al 2002 quando è stata istituita la “Segale d’Oro”, un premio per i giovani macugnaghesi e non, che hanno deciso di fare della montagna il futuro della loro vita, arricchendola con le loro famiglie e le loro attività.

07/07/2018
~6711km

Elffest - Festival Del Popolo Fatato

Da Sabato 07 a Domenica 08 Luglio 2018 - dalle ore 10:00 alle ore  : 
Piazza Allisio - Lanzo Torinese (TO)

Buongiorno amici del Popolo Fatato.
Siamo felici di annunciare che quest'anno la 4a edizione dell'ElfFest - Festival del Popolo Fatato si terrà nella bellissima location del Comune di Lanzo T.se (To),
festa a tema fantasy/celtico, nelle giornate di Sabato 07 e Domenica 08 Luglio 2018. 
Pensiamo che le Tradizioni, le usanze dei nostri avi vadano mantenute.
Questo festival è come un lungo racconto in una calda stalla, le luci sono fioche, le persone attente, il narratore continua la sua storia.
Mantenere vive le nostre radici è la cosa più importante.

15/06/2018
~6733km

Torinoerotica - La Fiera Più Calda Di Tutte

Da Venerdì 15 a Domenica 17 Giugno 2018 - dalle ore 17:00 alle ore 03:00
Spazio Mirafiori - Corso Settembrini, 164 - Torino (TO)

Come ogni anno, anche quest'anno arriva la fiera più calda di tutte, la TorinoErotica...

TRE giorni di fuoco, spettacoli, stand, e molto altro.

05/10/2018
~6735km

Euromineralexpo Torino - Fiera Di Minerali, Fossili, Gemme, Accessori

Da Venerdì 05 a Domenica 07 Ottobre 2018 -
Pala Alpitour - Corso Sebastopoli 123 - Torino (TO)

Euromineral Expo
Fiera di Minerali, Fossili, Gemme, Accessori
Dal 05 al 07 Ottobre 2018

Mostra mercato di minerali, fossili, gemme, accessori, attrezzatura specializzata, gioielleria, bigiotteria

27/05/2018
~6736km

Fiera Del Disco Di Torino - 100 Espositori Da Tutta Europa

Domenica 27 Maggio 2018 - dalle ore 09:00 alle ore 19:00
Piazza Madama Cristina - Torino (TO)

Domencia 27 maggio 2018 si svolge la 24^ edizione della Fiera Del Disco Di Torino presso il mercato coperto di Piazza Madama Cristina.

Dalle ore 10 alle 19 i visitatori potranno visionare i dischi e gli oggetti proposti dai cento gli espositori partecipanti.

La Fiera arriva quest'anno alla sua 24^ edizione, al suo 15^ anno di vita (è nata infatti nell’ormai lontano 2002), e accoglie ogni anno tantissimi espositori da tutta Italia e da Francia, Germania e UK.

L’evento non tradisce la sua indole ruspante e quasi “woodstockiana”, a partire dalla location: che è come sempre Piazza Madama Cristina, nel cuore di San Salvario, 15 anni fa ancora quartiere di frontiera, e oggi punto di ritrovo cittadino della movida e (guarda un po’) della musica.

Gli espositori ed i collezionisti presenti, poi, rappresenteranno tutte le anime della Musica: si tratta infatti di persone che, viaggiando per tutte le più importanti fiere italiane ed europee, sono da sempre costantemente in contatto con il meglio di ciò che negli ultimi anni hanno offerto tutti i generi ed i settori musicali. 

Come sempre sarà una vera scorpacciata di musica per collezionisti, appassionati e semplici curiosi. Il vinile farà come sempre la parte del leone, ma ci sarà ampio spazio anche per CD, DVD, gadget e memorabilia musicali, riviste, fanzine.

I pezzi da collezione, con quotazioni anche importanti, si affiancano così ad una proposta che abbraccia tutti i generi musicali coprendo in sostanza oltre 70 anni di musica: alla Fiera del Disco è possibile trovare materiale che soddisferà il semplice ascoltatore o amante della buona musica così come il collezionista più esigente, alla ricerca del pezzo raro o della curiosità per completare o espandere la propria collezione.Il Rock, si diceva, è uno dei protagonisti indiscussi - con tutti i suoi sottogeneri. Solo per fare qualche esempio: di Elvis sono molto ricercati gli Extended Play (ovvero i 45 giri con più di due canzoni) stampati nel nostro Paese tra la fine degli anni ’50 e l’inizio dei ’60; degli U2 sono molto ambiti invece i primi singoli pubblicati tra il ’78 ed il ’79. Non mancheranno ovviamente Led Zeppelin (con introvabili edizioni giapponesi dei loro capolavori), Beatles (con le loro prime incisioni), Bruce Springsteen (con la consueta alluvionale produzione di bootleg tratti dai suoi concerti), e tutti gli altri grandi del Rock, più moltissime “chicche” per intenditori.Spostandosi sul sonorità più dure, bisogna dire che una folta schiera di fan del Metal frequenta assiduamente la Fiera: infatti alcune edizioni di mostri sacri dell’Hard e dell’Heavy come Metallica, Aerosmith, Iron Maiden e Manowar hanno raggiunto una ragguardevole quotazione.Ma, d’altra parte, la Fiera del Disco è anche il luogo dove trovare dischi altrimenti quasi introvabili di World Music (grazie ad un espositore francese che è uno dei più grandi esperti europei in materia), Jazz e Musica Classica.Un discorso a parte lo merita poi il Blues: la Fiera è ormai un irrinunciabile ritrovo per gli appassionati, e vi si trovano rarità e particolarità che ingolosiscono qualsiasi amante della “musica del diavolo”.Grande spazio ovviamente per la musica italiana, con i grandi classici come Lucio Battisti, Renato Zero, Vasco Rossi (anche lui molto collezionato) e Zucchero. Di Battisti, oltre alle sue primissime incisioni (Per una lira e Luisa Rossi) sono molto richieste le incisioni in altre lingue (addirittura in francese e in tedesco oltre che spagnolo e inglese) tra tutti l’album Unser freies lieder realizzato completamente in tedesco per il solo mercato teutone! Molto richieste anche le canzoni che Lucio ha composto per Lauzi, Patty Pravo e Dik Dik oltre ai meno noti – ma non per questo meno interessanti – Balordi e Giuliana Valci.

In tutto questo mare di musica in cui nuotare, uno degli aspetti più divertenti è il fatto che la Fiera del Disco sia diventata negli anni un grande ritrovo di musicisti della scena torinese: sotto le tettoie di Piazza Madama Cristina è infatti possibile vedere aggirarsi a curiosare musicisti e band, DJ e giornalisti, tutti alla ricerca della “chicca” imperdibile…o anche solo dell’occasione per ritrovarsi e scambiare quattro chiacchiere.

Informazioni:
Tel. 0110361960
www.lucasitalia.it
info@lucasitalia.it

11/05/2018
~6737km

Luna Park Di Biella - Giostre Alla Città Degli Studi

Da Venerdì 11 Maggio a Domenica 03 Giugno 2018 -
Biella (BI)

Torna il Luna Park di Biella, Città degli Studi, da venerdì 11 maggio a domenica 3 giugno 2018.

Tutte le domeniche dalle ore 10,30 alle ore 13 ci saranno grandi promozioni sui biglietti delle giostre.

Anche per questa quinta edizione del luna park alla Città degli Studi le attrazioni sono tante e pronte a rendere la primavera all'aria aperta ancora più divertente.

Informazioni:
www.facebook.com/Lunaparkbiella

06/06/2018
~6745km

Fiera Dell'amarena - Arriva La Sagra Dell'amarena A Trofarello

Da Mercoledì 06 a Lunedì 11 Giugno 2018 - dalle ore 18:00
Piazzale Europa - Trofarello (TO)

Torna, per la sua 22^ edizione, la Sagra dell'Amarena a Trofarello, in passato chiamata Fiera dell'Amarena, dal 6 al 11 giugno 2018.

Quest'anno l'evento si svolgerà in sei serate come lo scorso anno anziché i dieci giorni del passato e terminerà Lunedì 11 giugno concentrandosi in un unico fine settimana anziché due.

Gli orari di apertura della sagra sono i seguenti:
Giorni feriali dalle ore 19 alle 24
Giorni festivi dalle ore 12 alle 24

Informazioni:
www.facebook.com/prolocotrofarellopagina

19/10/2018
~6755km

Fiera Regionale Del Marrone - 20^ Edizione - Anno 2018

Da Venerdì 19 a Domenica 21 Ottobre 2018 - dalle ore 09:00
Cuneo (CN)

La Fiera nazionale del Marrone di Cuneo, 20ª edizione, si svolge dal 19 al 21 ottobre 2018.

La Fiera Nazionale del Marrone, arrivata alla 19a edizione, è considerata una delle più importanti rassegne enogastronomiche d’Italia, vetrina unica delle eccellenze e delle antiche tradizioni del territorio cuneese. Una manifestazione che fa della qualità la sua bandiera, dove i migliori prodotti certificati vengono presentati ai visitatori tra aromi prelibati e gustose degustazioni.

Centinaia di espositori, attentamente selezionati da un pool di esperti del Comune di Cuneo, Slow Food, Coldiretti, Confartigianato e ATL, riempiono per tre giorni il centro storico di Cuneo, invadendo di profumi, sapori e colori le principali piazze della parte antica della città, permettendo di gustare i migliori prodotti dell’Italia e dell’Europa.

Oltre ai momenti esclusivamente enogastronomici, la Fiera offre ampio spazio anche all’artigianato d’eccellenza, a cui si affiancano laboratori didattici, iniziative culturali, proposte turistiche, mostre, spettacoli e concerti.
Tutto questo rende la Fiera un evento unico. Un appuntamento irrinunciabile per ogni intenditore e per chiunque desideri vivere un fine settimana  immerso nella genuinità cuneese.

Informazioni:
0171444285 Ufficio Manifestazioni
http://www.marrone.net
http://www.cuneoholiday.com
manifestazioni@comune.cuneo.it

09/06/2018
~6761km

Grande Fiera D'estate Di Cuneo - 42^ Edizione - Anno 2017

Da Sabato 09 a Domenica 17 Giugno 2018 - dalle ore 10:00
Cuneo (CN)

La 43^ edizione della Grande Fiera D'estate Di Cuneo, a ingresso libero, si svolge dal 9 al 17 giugno 2018,  con 800 stand tra i quali passeggiare e fare acquisti.

I numeri di questo evento fanno capire l'importanza della manifestazione: 40.000mq area fieristica, 6 padiglioni,1000 stand, 500 espositori.

È rientrata nel cuore della città in cui era nata nel 1976 confermandosi un evento dai grandi numeri. Come sottolinea anche lo slogan di quest’anno, «Cuneo è Fiera», per dire che il capoluogo della Granda e la sua Fiera sono legate a doppio filo e che la città è fiera, cioè orgogliosa, di aver riportato in centro l’evento.

L’edizione numero 43, della Grande Fiera d’Estate è aperta per una settimana da sabato 9 a domencia 17 giugno 2018 in piazza d’Armi (sede dell’evento per 19 anni, dal 1981 al 1999, che torna ad ospitarla dopo le 17 edizioni al Miac) e  anche quest’anno è a ingresso libero, introdotto con un grande sforzo economico da parte degli organizzatori.

Gli orari di apertura della fiera sono: Feriali ore 17 - 24; Sabato ore 15 - 24 - Domenica ore 10 - 24.

La scelta di anticipare la Fiera di oltre due mesi è stata fatta, dai promotori «dopo un’attenta analisi – spiegano - Il periodo è più strategico, sia per il pubblico cuneese, che è ancora in città prima delle grandi partenze estive e ha voglia di uscire di casa e scoprire le novità che gli espositori sanno proporre, sia per chi arriva da fuori e sa che alla GFE trova qualità e innovazione». E così quest’anno, solo a Cuneo, «l’estate» inizierà già il 10 giugno.

Informazioni:
Tel. 0172742079
www.grandefieradestate.com
www.facebook.com/granfieradestate

03/06/2018
~6762km

Fiera Della Menta - Profumata-menta 2018

Domenica 03 Giugno 2018 - dalle ore 21:00
Piovà Massaia (AT)

7a edizione di Profumata-menta, la Fiera della Menta, 03 Giugno 2018 a Piovà Massaia.

La coltivazione della menta piperita, introdotta in Italia dall’Inghilterra nel 1850, si diffuse nel dopoguerra anche nell’Alto Astigiano e in particolare a Piovà, soprattutto in frazione Gallareto, dove vi erano terreni particolarmente adatti. Coltivare quest’erba medicinale, infatti, era facile ma richiedeva terre fertili e ricche di materia organica, oltre ad un grande quantitativo di manodopera.

Il lavoro veniva spesso delegato alle donne, che la piantavano in primavera, sarchiandola sovente, al fine di levare le erbe infestanti e trattenere l’umidità del terreno. In estate, quando fioriva, veniva raccolta in fascine e portata all’ingresso del paese, dove ora si trova la Bocciofila. Qui sorgeva un grande alambicco, proprietà della famiglia Robba e De Vecchi, attraverso il quale veniva distillata, per essere venduta al paese di Pancalieri. All’epoca per i produttori rappresentava un importante introito economico, dato che l’essenza poteva essere esportata per i suoi numerosi utilizzi in confetteria, liquoreria, profumeria e anche in medicina.

Un particolare curioso, citato da alcune donne di Piovà, è che data la ricchezza del profumo, persino l’acqua di scarto della distillazione non veniva sprecata, ma riutilizzata per il lavaggio dei pavimenti. L’alambicco invece era un’irresistibile attrazione per bambini e ragazzi, che si radunavano ad osservare, incuriositi, la trasformazione delle piantine: gli stessi, ancora oggi, sebbene siano trascorsi tanti anni, ricordano vividamente l’intenso profumo che ne scaturiva.

Anche se in seguito la coltivazione venne abbandonata, a causa di alcune annate sfavorevoli, la menta non ha smesso di crescere spontanea in questo paese. Dal 2012 si è scelto quindi di riscoprire e festeggiare questa antica tradizione, favorendo nuovamente la coltivazione e l’utilizzo di questa preziosissima erba medicinale. E’ nata così Profumata-Menta, una fiera unica nel suo genere, che si ripete ogni anno la prima domenica di giugno.

La fiera, che fa parte del circuito “Ritorno alla Fiera” della Strada del Vino Monferrato Astigiano, ha uno straordinario successo, attirando numerosi visitatori, anche da lontano, e registrando ottime impressioni, grazie al variegato programma culturale offerto e alla particolarità del menù servito, permettendo a tutti di trascorrere una o più giornate nel Monferrato divertendosi e apprezzando le peculiarità del territorio.

Informazioni:
Tel. 0141 996603
www.facebook.com/profumatamenta
www.comune.piovamassaia.at.it
www.piovamassaiaturismo.it

 

 

Carica Eventi Gratis Carica Luoghi Gratis